info@autonoleggio-ischia.com

La Madonna di Zaro

Ischia è una delle Isole Flegree che punteggiano il Golfo di Napoli proprio davanti alla costa del capoluogo campano: il suo territorio si caratterizza per la lussureggiante vegetazione, per le spiagge, le calette rocciose e le sorgenti termali come quella di Nitrodi e le altre che alimentano i tanti stabilimenti dell'isola, a partire dai meravigliosi "Giardini Termali Poseidon".

Questa ricchezza naturalistica ha contribuito a rendere Ischia una meta gettonatissima per le vacanze sia a livello nazionale che internazionale, con celebrities come Charlie Chaplin, Richard Burtun e Liz Taylor che vi sono approdati negli anni 50 e 60.

Ad accogliere i turisti c'è l'imponente Castello Aragonese, costruzione voluta da Alfonso d'Aragona nel 1441 alla quale si accede percorrendo un tunnel scavato nella pietra lungo 400 mt. C'è poi la Chiesa del Soccorso a Forio, situata candida su un promontorio panoramico a picco sul mare e, poco oltre, il Torrione di Forio dal quale un tempo si avvistavano i nemici che arrivavano dal mare. Da non perdere poi la Baia di Sorgeto, dove è possibile fare il bagno in mare all'interno di vasche naturali dove sgorgano le sorgenti termali.

C'è anche un altro motivo per il quale puoi recarti a Ischia, peraltro molto valido se sei un fervente cristiano: si tratta della Madonna di Zaro che sarebbe apparsa ad alcuni veggenti recando ogni volta importanti messaggi carichi di spiritualità e speranza-

L'ultimo messaggio della Madonna di Zaro

Se decidi di raggiungere Ischia per visitare il luogo delle apparizioni della Madonna di Zaro, sappi che non vi troverai un santuario con tanto di chiesa: c'è solo una piccola statua della Vergine Maria incastonata in una nicchia tra le rocce, con il Bosco di Zaro tutto intorno, come a voler proteggere questo luogo così suggestivo e mistico.

Tutto ha avuto inizio nel 1994 quando due famiglie, parte di gruppi di preghiera, decidono di fare una gita presso il Bosco di Zaro, a Forio d'Ischia: all'improvviso a un ragazzo, secondo la sua testimonianza, appare la Vergine Maria che gli predice che quello stesso luogo sarebbe diventato presto un luogo di culto. La stessa cosa succede la sera a suo fratello, con la Madonna che gli riferisce lo stesso messaggio seppure senza mai mostrare il suo volto (si parla in questo caso di Carisma della Locuzione Interiore, a differenza del Carisma del Riposo nello Spirito che permette di vedere le sembianze della Vergine). Questa esperienza mistica si verificò anche ad altri ragazzi, anche se oggi solo due donne, Simona e Angela, hanno la fortuna di viverle, esponendo così i messaggi due vole al mese, nei giorni 8 e 26.

All'inizio i messaggi erano divulgati subito, come avviene anche oggi, seguiti dalla recita del Rosario: dal 1995 al 2013 però, su iniziativa del parroco del vicino comune di Lacco Ameno, si decise di riassumere il contenuto delle apparizioni, rendendoli noti solo il giorno 26 del mese seguente.

L'ultimo messaggio della Madonna di Zaro risale al 26 dicembre dell'anno 2021: la veggente Simona racconta della Vergine Maria vestita di bianco, con in testa una corona con dodici stelle, le accoglienti braccia aperte e in mano un rosario che sembrava formato da tante sfere di ghiaccio. Poggiava i piedi sul mondo, invitando i fedeli a pregare contro la corruzione e il male della società.

Anche l'altra veggente Angela racconta l'ultimo messaggio della Madonna, ricevuto lo stesso giorno, in maniera ancora più precisa: rivela di aver visto il mondo ruotare vorticosamente, mostrando scene di distruzione, violenza e guerre. All'improvviso però la "Mamma" copre col suo manto il pianeta ed esorta i cristiani a pregare, a restare fedeli al Vangelo e a recitare il Santo Rosario, considerata un'arma potentissima per sconfiggere il male.

I messaggi della madonna di Zaro più importanti

Tutti i i messaggi della Madonna di Zaro riferiti ai veggenti dalla Madonna di Zaro sono sempre avvolti dalla speranza, anche quando rivelano realtà difficili e annunciano catastrofi imminenti.Tra i messaggi più significativi c'è quello risalente all'ottobre del 1995 che prediceva di fatto l'attentato dell'11 settembre alle Torri Gemelle di New York: la veggente Simona racconta la visione del crollo della Statua della Libertà e di due grattacieli. All'inizio questo messaggio era passato quasi inosservato, per poi essere recuperato nel 2002 durante un'intervista al giornale locale "Il Golfo".

Importante è poi il messaggio che ha riguardato le dimissioni del pontefice Benedetto XVI: viene descritta piazza San Pietro e poi una messa celebrata dal papa tra soli cardinali. All'improvviso il pontefice immerge le mani in una bacinella dorata sfilandosi l'anello di San Pietro e quando le rialza al cielo appaiono insanguinate.

In altri messaggi trasmessi durante le apparizioni mariane, le veggenti parlano anche di un terrificante terremoto in California e poi di una guerra in Terra Santa tra Hamas e Israele.

Come raggiungere il bosco di Zaro

Il bosco di Zaro si trova nella zona nord-ovest di Ischia, su una colata vulcanica formatasi all'incirca 10.000 anni fa: il luogo delle apparizioni non è facilissimo da raggiungere, in particolare in inverno. Non a caso nel 2007 è stata creata la onlus Madonna di Zaro, con lo scopo di proteggere proprio il territorio dove si trova il luogo sacro, preservando dunque il paesaggio naturalistico di questa collinetta immersa nel più totale silenzio e situata a picco sul mare che cinge l'intera isola di Ischia.

Se vuoi arrivare in automobile oppure in scooter puoi partire da Forio d'Ischia, precisamente dal Belvedere di Punta Caruso, dal quale potrai godere di una vista spettacolare sulla bellissima spiaggia di San Francesco da Paola, sulla pittoresca Chiesa del Soccorso e sul Monte Epomeo.

Procedi poi lungo la strada carrabile fino all'ingresso della bella Villa Gancia, i cui giardini sono un tripudio di piante mediterranee e tropicali. Oltrepassando la Villa La Colombaia, abitata da Luchino Visconti, prosegui a piedi nel bosco fino al piazzale dove c'è la cappella della Madonna di Zaro.

Veicoli consigliati

Panda 2 serie no clima
Tweet 125